Journal of Seventeenth-Century Music, volume 9 (2003) no. 1
http://www.sscm-jscm.org/v9/no1/mamone.html
ISSN: 1089-747X

Sara Mamone
Most Serene Brothers-Princes-Impresarios: Theater in Florence under the Management and Protection of Mattias, Giovan Carlo, and Leopoldo de’ Medici

Document 2
Letter from Leopoldo de’ Medici, 15 March 1659 (I-Fas Mediceo del Principato, 5508, ff. 96r–96bis r)

Il Serenissimo Signor Principe Leopoldo al Serenissimo Signor Principe Alessandro di Parma, li 15 marzo 1658 ab Incarnatione

Non ho tralasciato di fare le mie parti per servire a Vostra Altezza intorno al desiderio che ella mi haveva mostrato di vedere fermata per la sua compagnia de’ comici il teatro di Livorno, et havendo parlato alle persone che devono disporne e procurato di renderle persuase a concorrere ne’ sentimenti dell’Altezza Vostra ( con i quali vanno sempre uniti anche i miei), do trovato che tutti son volti alla compagnia d’Eularia, la quale, havendovi recitato l’anno precedente et data intera sodisfazione, non è maraviglia se gli tiene impegnati nella premura di rivolerla la 2a volta. Et la medesima Eularia, che vi fece non poco profitto, essendosene partita carica di denaro e di regali, et havendovi motli suoi parziali, non trascura di fare // le sue diligenze, colel quali ha fatto tanta impressione che riesce difficile il poterla cancellare. Il Serenissimo Gran Duca haverebbe desiderato che si piegassero alle sodisfazioni di Vostra Altezza; et ci ha cooperato fino a quel segno che ha stimato conveniente, ma, havendo essi fatto spesa del proprio nella fabbrica del teatro, et vedendosi inoltrati nell’i’pegno con Eulkaria, non ha giudicato di dover interporre la mano dell’autorità, parendo ragionevole che chi ha speso del proprio si sodisfaccia. Resterebbe solo da sperare che mentre la compagnia dell’ Altezza Vostra prevenisse la sua venuta, potesse essere ammessa a reciate fino al tempo che arrivasse quella di Eularia // et se Vo stra Altezza si compiacerà di avvisare se in tal forma si possa trattare, io procurerò si servirla come richieggono in questa et in ogni altra occorrenza le mie obbligazioni. Per potere meglio adunque far ciò, si contenti Vostra Altezza avvisarmi precisamente in tempo nel quale potrìano o vorrìano esser qua li comici dell’Altezza Vostra e quanto tempo bramerebbero di trattenersi in Livorno, mandandomi insieme la nota di tutta la compagnia. Et resto etc.

Return to note 13.